La tua azienda NON ha bisogno di un blog!

Sempre più spesso si sente parlare di blog aziendale, ma la confusione c’è e si sente.
Cos’è e a cosa serve un blog?

Mentre scrivo questo articolo dal titolo a dir poco provocatorio, immagino già gli occhi sbarrati di chi ha appena richiesto ed avviato un blog aziendale per la sua attività e quelli di chi, come me, fa content marketing o comunque lavora in questo settore. “La tua azienda NON ha bisogno di un blog!” era il titolo di uno speech a cui ho preso parte allo scorso web marketing festival a Rimini e devo ammettere che in me suscitò la stessa reazione, fu proprio quella a spingermi a seguirlo e mi auguro che abbia lo stesso effetto sui potenziali lettori del web interessati a capirne di più sul blogging aziendale.

Prima di entrare nel vivo di questo articolo, voglio raccontarvi quello che mi è accaduto.

Nei giorni scorsi, sono stata contattata dal titolare di un’impresa locale interessato ad avere un blog aziendale. Devo dire che la telefonata mi meravigliò positivamente, sia perché questa persona era arrivata a me e questo dimostra che il lavoro che abbiamo fatto e stiamo facendo come web agency comincia a portare i suoi frutti, sia perché sembrava una persona che avesse le idee ben chiare su ciò che voleva. Purtroppo però, dopo qualche domanda ho capito che si trattava dell’ennesima persona confusa dal bombardamento di info più disparate che circolano sui social e sul web e allora ho preso un appuntamento così da conoscerci di persona e poter fare chiarezza su quale fosse il suo obiettivo aziendale e se il blog era effettivamente lo strumento più idoneo per il suo raggiungimento. In effetti aveva ragione, il blog aziendale era quello di cui aveva bisogno, ma erano le modalità a non essere ben chiare. 
Quello che lo aveva spinto a cercare qualcuno che si occupasse dei contenuti del suo blog era la volontà di voler essere al passo con i tempi. “Avere il blog aziendale è professionale, ormai tutte le aziende serie lo hanno. Pensavo di pubblicare un paio di articoli al mese così da farmi conoscere meglio sul web” – bene o male questa è stata la sua spiegazione. Questa risposta è stata comunque molto utile, perché mi ha fatto capire le sue intenzioni, ovvero rafforzare o comunque valorizzare l’immagine aziendale e non solo, nel seguito della nostra conversazione, è emerso che il suo sito web ha anche una sezione dedicata allo shop online che però, gli da scarsi risultati, quindi vorrebbe anche incrementare il flusso di visite e di conversioni sfruttando appunto, il blog.

Prendendo spunto da questa conversazione ho pensato di farne un articolo per BeBlog.

Cos’è un blog e come sfruttarlo al meglio?

Il blog è uno spazio virtuale dove condividi la vita che gira intorno alla tua attività, dove tramettere l’essenza aziendale, i  suoi successi ed anche rimediare ad eventuali errori. Avviare un blog significa creare un ponte tra le ricerche dei tuoi potenziali clienti e la tua attività, attirare la loro attenzione, coinvolgerli, creare interazioni, conquistare la loro fiducia, in altre parole significa fare engagement. Il blog aziendale è un valido strumento di inbound marketing, capace di fare in modo che siano i possibili clienti a cercare il tuo prodotto e non il contrario, solamente se utilizzato con criterio, costanza e soprattutto secondo una strategia. Con un piano editoriale sartoriale e una strategia di digital marketing correlata, allora sì, il blog aziendale è ciò di cui la tua azienda ha bisogno.

Blog e Social Media un connubio perfetto

Una pagina aziendale organizzata può rendere Facebook un ottimo alleato del blog, perché servirà a canalizzare gli utenti ed il traffico interessato al brand o prodotto sul tuo sito web. Per questo è necessaria l’elaborazione non solo dei topic da trattare nel blog in base ai volumi di ricerca, ma anche di un piano editoriale per Facebook.
Da analisi comprovate è ormai certo che ci sono giorni, ma soprattutto orari, più idonei a pubblicare le nostre informazioni per ottenere un maggior riscontro. Questo però, è vero in linea di massima.

Nel Social Media Marketing non ci sono leggi, ma analisi, quindi bisogna studiare le abitudini del nostro pubblico e man mano ottimizzare il nostro piano editoriale.
Per cui, il piano editoriale di partenza con molta probabilità nei mesi successivi subirà dei cambiamenti che si adatteranno ai dati che abbiamo ottenuto.
Tuttavia, se stai pensando di pubblicare due articoli al mese, qualche post messo in croce sulla tua pagina Facebook business e ottenere dei risultati immediati… beh, onestamente ti invito a rivedere la tua posizione, anzi ti dirò di più, diffida da chi ti dice che investendo una certa cifra potrai ottenere velocemente ottimi risultati in visibilità. Coltiva il tuo pubblico e aiutati con delle campagne promozionali mirate, ma non cedere mai alla tentazione di acquistare i fan della tua pagina, credimi è il peggior investimento che tu possa fare o che ti possano far fare. Perché un pubblico fantoccio è ben diverso da un pubblico interessato che apprezza e magari desidera ed acquista i tuoi prodotti o servizi.

Se stai pensando al blog aziendale, allora ricorda:

  1. Definisci il tuo obiettivo
  2. Definisci un budget economico equo
  3. Affidati a chi fa questo soprattutto per passione, oltre che per lavoro
  4. Valuta la sua STRATEGIA e se qualcosa non ti è chiaro fai domande, ma è importante che tra voi ci sia fiducia 
  5. Armati di pazienza e non temere i risultati arriveranno! 

Spero che questo articolo ti sia stato utile. Se ti va lascia un commento, mi farebbe molto piacere leggere la tua opinione o rispondere a qualche curiosità.

Grazie per averlo letto, a presto!

Cristina

2018-03-09T11:44:02+00:00

Lascia un commento